SPORTELLO ASCOLTO D.SSA AVENIA CARMELA – OGNI MARTEDì ORE 9,00-13,00

Data: 05/02/2021

SPORTELLO ASCOLTO D.SSA AVENIA CARMELA - OGNI MARTEDì ORE 9,00-13,00

SPORTELLO ASCOLTO
D.SSA AVENIA CARMELA - OGNI MARTEDì ORE 9,00-13,00
Prenotazione sportelloascolto@iccasadelfanciullo.net
La pandemia ci ha messi davanti a qualcosa di inaspettato alla quale non eravamo affatto preparati: l’imprevedibilità e la non controllabilità degli eventi.
In un nostro modo di essere altamente razionali e con il potere assoluto quasi su tutti gli aspetti del vivere quotidiano la pandemia ci ha fermato, ci ha bloccato, ci ha costretti a capire che non tutto è gestibile da noi, che non tutto è risolvibile da noi, che non tutto dipende da noi.
Questo ha provocato un’ altra pandemia: la pandemia delle emozioni dove disorientamento, paura, senso di impotenza, frustrazione, rabbia e senso di prigionia in quelle quattro mura di casa ci ha reso più fragili, più vulnerabili, più soli.
In questo lungo periodo abbiamo dato spazio si alle nostre emozioni, ed è giusto e sano tirarle fuori, ma forse solo a quelle negative. Quelle positive sono state talmente offuscate che quasi pensiamo non ci siano.
Dimentichiamo che nel nostro patrimonio genetico abbiamo qualcosa che ci rende unici nel nostro genere: la nostra capacità di adattamento. La capacità di adattarci, di modularci, di ricrearci che ci rende speciali nel nostro essere. Basta solo dare spazio ad ogni componente del nostro essere.
Lo sportello di ascolto si propone proprio questo: dare ascolto.
Tirare fuori tutto ciò che ci rende fragili per diventare più forti proprio grazie a quelle fragilità.
Grandi e piccoli, alunni insegnanti, genitori e figli siamo chiamati ad essere più forti partendo da quelle fragilità che in fondo rappresentano la nostra forza e lo sportello di ascolto serve proprio a questo.
Lo Sportello d’Ascolto psicologico non si delinea come un percorso psicoterapeutico,bensì come uno spazio di ascolto in cui gli studenti in maniera singola e assolutamente tutelata vengono accolti, ascoltati, supportati in questo spazio di condivisione di emozioni per un massimo di tre/quattro incontri consecutivi. I colloqui effettuati saranno sufficienti per consentire al ragazzo di focalizzare le soluzioni attuabili, riscoprire le proprie potenzialità inespresse, uscire dall’impasse che in alcuni momenti della vita può causare passività e sofferenza. Qualora, durante gli incontri, dovessero emergere problematiche che necessitino un maggior approfondimento, lo psicologo si occuperà di indirizzare lo studente presso un Servizio adeguato al proseguimento del lavoro.
A seguito della prima richiesta del minore di essere accolto presso lo sportello, sarà indispensabile
avere l’autorizzazione dei genitori al proseguimento dei colloqui. Nello spirito di collaborazione e di
alleanza educativa che anima le Istituzioni scolastiche, il Servizio si propone di fornire un punto di riferimento psicologico per la Scuola nel suo insieme. Oltre che ai ragazzi dell’ Istituto, pertanto, il progetto è destinato anche a tutte le figure che fanno parte del mondo scolastico: genitori degli alunni, insegnanti e personale scolastico che avvertono la necessità di un confronto positivo e funzionale.
a) Le attività di ascolto rivolte agli alunni sono effettuate seguendo il metodo del colloquio psicologico sarà un’occasione per i ragazzi:
• di ascolto, accoglienza e accettazione e sostegno alla crescita
• di informazione ed orientamento
• di gestione e risoluzione di problemi/conflitti.
• per rispondere ed aiutare nell’elaborazione al disagio derivante dal Covid-19 fornendo consultazioni esperte attraverso un ascolto empatico dell’angoscia, dell’ansia e del dolore connessi all’emergenza, favorendo così l’attivazione di un processo di elaborazione dell’evento traumatico
• di acquisire competenze emotive e cognitive utili per affrontare il post-emergenza
b) Le attività di ascolto rivolte ai genitori privilegiano il potenziamento delle capacità genitoriali e delle abilità comunicativo-relazionali con i figli affinché essi possano trovare ascolto e supporto:
• nell’esercizio di una genitorialità piena e consapevole
• nell’empowerment delle proprie competenze educative.
• Nell’ acquisire competenze emotive e cognitive utili per affrontare il post-emergenza per loro ed i propri figli.
c) Le attività di ascolto rivolte agli insegnanti hanno la finalità di supportare l'attività didattica fornendo ulteriori elementi di osservazione e comprensione delle dinamiche di classe, fornendo anche supporto nell’affrontare con i propri alunni tematiche legate all’emergenza Covid-19.