Il preside Belfiore: “E’ il momento di avere fiducia nelle Istituzioni e nella Scuola, superare la paura del contagio e vincere i timori di continuare una vita “normale””

Data: 17/04/2021

Gent.mi genitori, carissimi docenti e personale ATA,

sebbene la situazione relativa al contagio da covid-19 sul nostro territorio sia preoccupante, l’incidenza sulla popolazione scolastica è minima, tale da non destare preoccupazioni particolari.
Questo è il presupposto su cui l’ASP 6 Unità Operativa Territoriale di Partinico – Dipartimento di Prevenzione ha stilato una relazione che ha permesso alla Commissione straordinaria del Comune di Partinico di assumersi la responsabilità di riaprire le scuole per i bambini dell’infanzia e gli alunni della primaria e classi prime della secondaria di primo grado.
Per garantire ulteriormente la salubrità degli ambienti scolastici, la Commissione straordinaria ha disposto la sanificazione delle scuole.
Ritengo che a scuola la sicurezza sia una priorità assoluta per gli alunni ma anche per il personale, e da questo punto di vista abbiamo investito tante risorse, soprattutto in questo periodo di pandemia, finalizzate a mantenere elevati standard di igiene e pulizia degli ambienti interni ed esterni.
La pulizia e l’igiene quotidiana e la sanificazione periodica dei nostri plessi nonché le misure organizzative messe in atto hanno consentito di limitare i contagi in ambito scolastico, ma anche di educare alunni e genitori al rispetto delle nuove regole comportamentali e sanitarie che ci cautelano dal contagio.
La risposta di tutti è stata encomiabile e i dati ci hanno dato ragione, facendo sì che i pochi casi di alunni o personale positivi non si trasformassero in focolai epidemici.
Adesso è il momento di continuare ad avere fiducia nelle Istituzioni e nella scuola, superare la paura del contagio e vincere i timori di continuare una vita “normale”. Tutti abbiamo bisogno di normalità, di non avere restrizioni e limiti alle nostre abitudini, ma dobbiamo essere consapevoli che anche i nostri figli ne hanno bisogno e la scuola oltre a soddisfare un bisogno educativo è anche un insostituibile bisogno sociale per vivere insieme ai propri pari, per sperimentare la vita con i propri compagni di classe e sotto la guida di adulti responsabili.
Ritengo che chiunque, da genitore, abbia a cuore l’educazione e l’istruzione dei propri figli e non possiamo privarli di questa possibilità, quando le condizioni generali di sicurezza lo consentono.
Mi sento di affermare che la scuola è sicura e lo dimostrano anche i dati di fine quarantena delle classi che abbiamo avuto in isolamento: i tamponi di fine isolamento sono sempre stati tutti negativi. I singoli casi di alunni positivi non hanno alimentato altri contagi in ambito scolastico.
Le assenze degli ultimi giorni sono comprensibili e giustificabili dal clima di paura per il numero elevato di contagi, ma credo che sia necessario un gesto di fiducia nelle Istituzioni e di rispetto delle norme dello Stato.
Quindi il mio invito è a riprendere la frequenza, con tutte le cautele necessarie di cui ci facciamo carico, per restituire ai nostri alunni la scuola nella sua dimensione fisica, concreta e soprattutto in presenza. Ormai mancano poche settimane alla fine dell’anno scolastico più difficile che la scuola italiana abbia mai vissuto, facciamo in modo, tutti insieme, di concluderlo bene e con la speranza e l’augurio di riappropriarci della normalità !
Cordiali saluti.
Il Dirigente Scolastico
Prof. Carmelo Belfiore

circ_145 rientro a scuola in sicurezza